Il Questore RENATO CORTESE nominato capo del servizio ispettivo del Ministero dell’interno

  La nomina decisa dal Consiglio dei ministri segna un risarcimento morale dopo che la sua carriera si è interrotta per il processo sul presunto sequestro di Alma Shalabayeva da cui è stato assolto   Prima ancora che con la nomina – decisa ieri dal Consiglio dei ministri – di direttore dell’Ufficio centrale ispettivo del ministero dell’Interno,…

GERLANDO ALBERTI, U Paccarè – Racconti di mafia – 26ª puntata

    Audio deposizioni ai processi La deposizione al Maxiprocesso Gerlando Alberti, detto “U Paccarè“, (Palermo, 18 settembre 1927 – Palermo, 1° febbraio 2012)  boss di Cosa Nostra, affiliato alla Famiglia di Porta Nuova. L’apprendistato criminale Nato in una spelonca del degradato quartiere palermitano Danisinni, Alberti si distinse già dall’età di 12 anni per una lunga serie di piccoli furti e violenze…

APPROVATO IN COMMISSIONE IL PROGETTO DELLA NUOVA LEGGE ANTIMAFIA

  Nell’ultima seduta congiunta della Commissione Antimafia con la II Commissione Affari istituzionali è stato approvato il Progetto di legge di modifica della Legge regionale Antimafia (L.r. 17/2015) ed è pronto per essere discusso e votato nell’aula del Consiglio regionale il prossimo 6 dicembre. Gli ambiti sui quali il Pdl di modifica interviene, tra i…

PIETRO AGLIERI, u signurinu – Racconti di mafia 25ª puntata

  Audio deposizioni ai processi Deposizione al Borsellino quater (1) Deposizione al Borsellino quater (2) Deposizione al Borsellino quater (3) Lettera aperta a un parroco Pietro Aglieri nato a Palermo il 9 giugno 1959 legato a Cosa Nostra è ritenuto uno dei più spietati membri della fazione corleonese. Da giovane venne soprannominato “U signurinu“ a causa del lusso e dell’elevato costo degli abiti…

ALBESE CON CASSANO (CO) dedica la Sala consiliare a GIOVANNI FALCONE e PAOLO BORSELLINO

PROGRAMMA     GALLERIA FOTOGRAFICA       CLAUDIA GAFFURI, attrice protagonista con LUCA  ZINGARETTI nel ruolo di  FIAMMETTA BORSELLINO  nel film  “PAOLO BORSELLINO i 57 giorni”, alla cerimonia d’intitolazione ai giudici Falcone e Borsellino della Sala  Consiliare del comune di Albese con Cassano (CO).       La Sala Consigliare dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino…

Renato Cortese, il poliziotto che catturò Provenzano a capo dell’ufficio ispettivo del Viminale

La nomina decisa dal Consiglio dei ministri segna un risarcimento morale dopo che la sua carriera si è interrotta per il processo sul presunto sequestro di Alma Shalabayeva da cui è stato assolto Prima ancora che con la nomina – decisa ieri dal Consiglio dei ministri – di direttore dell’Ufficio centrale ispettivo del ministero dell’Interno, il riscatto…

MARIANO AGATE il massone – Racconti di mafia – 24ª puntata

  AUDIO DEPOSIZIONI AI PROCESSI Mafia&Massoneria Mariano Agate nato a Mazara del Vallo,è stato esponente di spicco di Cosa nostra. Ritenuto il capo della famiglia di Mazara del Vallo e del relativo mandamento,è stato condannato all’ergastolo per la strage di Capaci.Nel 1985 è stato condannato all’ergastolo per sette omicidi, tra cui quelli del giudice Giangiacomo Ciaccio Montalto e del sindaco di Castelvetrano Vito Lipari. Per quest’ultimo omicidio fu assolto in appello nel 1992 con sentenza…

LUIGI ABBATE DETTO GINO U MITRA – Racconti di mafia 23ª puntata

Mafia, condanne in appello: 19 anni a “Gino u Mitra” Sono state ridotte le condanne a sei mafiosi del mandamento di Porta Nuova. A deciderlo è stata la sesta sezione della Corte d’appello. Luigi Abbate, detto Gino ‘u Mitra, è il personaggio principale dell’inchiesta   Sono state ridotte le condanne a sei mafiosi del mandamento…

E Paolo Borsellino diventa il nemico numero uno per i boss mafiosi

  Sentenza della Corte d’Appello 16 novembre 2022 • EDITORIALEDOMANI.it  Ed è altrettanto evidente che, dopo l’eliminazione del giudice Falcone, il dott. Borsellino era divenuto l’obbiettivo primario, anche, ma non soltanto, per il valore simbolico associato alla sua figura; ed era lui stesso il primo, come s’è visto ad averne consapevolezza. Sicché l’assunto secondo cui un…

FIAMMETTA BORSELLINO a Giarre: “E’ la scuola la migliore antimafia”

  “La scuola è il miglior modo per combattere la mafia perché ci insegna lo spirito critico. La lotta alla mafia non si fa con le pistole ma con la cultura”. Lo ha detto oggi, la dirigente del’IIS “Leonardo”, Tiziana D’Anna, a margine dell’interessante incontro con Fiammetta Borsellino, figlia del giudice Paolo, il coraggioso magistrato…