Cosi il boss scopri’ la “cimice”, “Talpe”, chiesti 8 anni per Cuffaro. 

«Nessun turbamento o interferenza si è verificato sui magistrati del pubblico ministero» al processo Cuffaro. In undici pagine i magistrati palermitani contestano così l’istanza di “legittima suspicione” avanzata dalla difesa del Presidente della Regione che chiedeva di trasferire il suo processo a Caltanissetta per «mancanza di serenità» delle parti. I procuratori della Dda di Palermo…

ROBERTO SCARPINATO: “Messina Denaro aveva deciso di lasciarsi prendere”. Scambio di prigionieri… Abolizione 41Bis…

VIDEO Roberto Scarpinato ospite a In Onda sulla cattura di Matteo Messina Denaro: “Aveva deciso di lasciarsi prendere. Non è più Diabolik. Errori da principiante” L’ex magistrato Scarpinato: «Messina Denaro si è lasciato prendere». Matteo Messina Denaro si sarebbe lasciato prendere volontariamente. Lo ha sostenuto stasera a In Onda su La 7 l’ex procuratore generale…

MARIANO COMENSE maxi confisca al boss Oliverio

‘Ndrangheta nel Comasco, maxi confisca al boss Oliverio condannato: 2,5 milioni tra case e gioielli 25 Febbraio 2016 LA REPUBBLICA  Hanno colpito laddove fa più male alla ‘ndrangheta, ovvero i patrimoni. A cinque anni dall’arresto di Giuseppe Oliverio, boss della locale di Mariano Comense in provincia di Como, i militari della Guardia di Finanza  hanno…

Como, la mafia avanza sul Lario: “Presenti tutte le cosche”

   A Como la mafia non cresce solo d’estate, ma prolifica tutto l’anno come dimostra l’ultimo Rapporto Regionale sulla presenza della criminalità che individua il Lario come una delle aree a più alta infiltrazione di tutta la Lombardia. Sono presenti praticamente tutte le principali associazioni criminali, italiane e straniere, anche se a fare la parte…

Provesso Mafia Capitale

  In questa pagina sono raccolti i vari documenti processuali Relativi all’inchiesta sulla c.d. Mafia Capitale. Ordinanza di custodia cautelare del 28 novembre 2014 (1228 pp. 7,1 MB PDF ) Ordinanza di custodia cautelare del 29 maggio 2015 (427 pp. 2,4 MB PDF ) Decreto di archiviazione (parziale) del 7 febbraio 2017 (82 pp. 5,0…

«Rapporti privilegiati con un ’ndranghetista». Commissariata la Schenker: l’indagine partita da Guanzate

  La sede comasca della multinazionale in affari con un condannato per ’ndrangheta. Il Tribunale la sottopone ad amministrazione giudiziaria   Paolo Moretti PROVINCIA 17.5.2022   Un carico di droga fermato all’estero e nascosto tra i bancali di un tir caricato in quel di Guanzate. È iniziata così l’indagine del reparto operativo dei carabinieri di…

L’offesa al boss gli costò la vita, dopo dieci anni luce su omicidio di ‘ndrangheta in Lombardia

  Gen 12, 2019 Sono ritenuti i presunti mandante e killer di Franco Mancuso, ammazzato dalla ‘ndrangheta nel lontano 2008 in un omicidio che per la sua cruenta dinamica sconvolse la comunità di Cadorago. A finire in manette un nome noto agli inquirenti, il presunto boss del comasco, Bartolomeo Iaconis, 60enne di Giffone ma residente a Cadorago, già condannato per associazione mafiosa e ritenuto esponente di spicco della Locale di Fino…