Il 13 settembre 1982 il Parlamento italiano approva la legge 646/92 e introduce l’art.416 bis

  FIRMA LA PETIZIONE   Nel TRENTENNALE delle STRAGI di CAPACI e VIA D’AMELIO, il Progetto San Francesco propone la petizione: “Per un 416 BIS europeo” (a cui aderiscano anche Svizzera e Gran Bretagna) SI CHIEDE  che la Commissione Europea promuova una proposta legislativa di DIRETTIVA ANTIMAFIA EUROPEA NOTE: Nell’attuale legislatura gli europarlamentari italiani sono 76. Il…

Quando Adriana Musella parlava di antimafia, mafia e affari

Gerbera Gialla: sequestrati i beni amministrati dalla Musella I reati ipotizzati malversazione e appropriazione indebita. Fondi finalizzati per la divulgazione della cultura antimafia sarebbero stati utilizzati per finalità estranee a quelle associative. Sigilli a beni per 75mila euro Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria ha dato esecuzione ad un decreto di…

Il lato oscuro dell’antimafia

  Le associazioni che si presentano come paladine della legalità sono centinaia ma non tutte sono affidabili. Anzi. La loro presenza e la loro attività rischiano di svilire il lavoro eccezionale di gruppi storici diventati paladini della lotta ai clan. Rapporti della polizia giudiziaria, racconti dei pentiti, inchieste dei magistrati, svelano che spesso dietro una…

Clan, antimafia, e business migranti. Gli affari sporchi delle Coop

  29 Aprile 2016   COOP CONNECTION/ NESSUNO TOCCHI IL SISTEMA. I TENTACOLI AVVELENATI DI UN’ECONOMIA PARALLELA La PRIMA INCHIESTA sulle coop in Italia. Anni di si­lenzio, difficile mettere il naso dentro un mondo che garantisce lavoro, potere, soldi e continuità politica. Solo grazie agli ultimi scandali di Mafia capitale sono affiorate le CONTRADDIZIONI di…

Volto antiracket Gela sotto inchiesta per truffa aggravata.  Avrebbe denunciato calo fatturato intascando soldi vittime pizzo

  03 agosto 2022 (ANSA) – Il presidente dell’Associazione Antiracket di Gela, Renzo Caponetti, volto storico delle battaglie contro il pizzo e componente della Federazione Antiracket Italiana, è indagato, insieme alla moglie, per truffa aggravata per il conseguimento di erogazione pubbliche e malversazione. Nell’ambito dell’inchiesta il gip ha disposto nei confronti della coppia il sequestro preventivo…

Info Sito PSF

Copyright ©   Progettosanfrancesco.it – Tutti i Diritti Riservati  Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo sito, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze…

Ecco cosa è il “sistema Montante”

Dalla richiesta di custodia cautelare della Procura Antimafia di Caltanissetta 2.11.2018 LA REPUBBLICA  Calogero Antonio Montante detto Antonello – Ex vicepresidente nazionale di Confindustria con delega alla Legalità   «..Si ritiene di dover muovere nella presente esposizione dall’analisi degli elementi – afferenti ai rapporti dell’odierno indagato CALOGERO ANTONIO MONTANTE con esponenti della criminalità organizzata di…

E alla fine ”trattativa ci fu”. E fu un’azione ”improvvida” per il ”bene” dello Stato

  Depositate le motivazioni della sentenza d’appello che ha assolto le istituzioni e non Cosa nostra Aaron Pettinari*07 Agosto 2022 ANTIMAFIA DUEMILA  Si mettano l’anima in pace detrattori e commentatori. Non si tratta di teoremi e visioni dei pubblici ministeri. La trattativa c’è stata.Ma quegli ufficiali dei carabinieri, Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De…

LUCI e OMBRE sull’ANTIMAFIA

  “L’antimafia non può non essere disinteressata, non può mirare al potere e non può diventare essa stessa potere” FIAMMETTA BORSELLINO Il movimento dell’antimafia sociale: l’analisi della Commissione antimafia Premessa. Nell’ambito della relazione conclusiva del 7 febbraio 2018, qui di seguito riassunta, viene dedicata una specifica attenzione alle deviazioni di settori del movimento civile dell’antimafia, utilizzato…

Falcone e Borsellino hanno detto: «Salvo Lima è stato ucciso per il dossier mafia-appalti»

27.5.2021 IL DUBBIO Damiano Aliprandi  È il 12 marzo del 1992, l’europarlamentare democristiano Salvo Lima, leader della corrente capitanata da Giulio Andreotti, viene ucciso dalla mafia a Mondello, località balneare in prossimità di Palermo. Al momento dell’agguato si trovava in compagnia di altre due persone, il professor Alfredo Li Vecchi e il dottor Leonardo Liggio,…