La cattura di Totò Riina “Operazione Iena”

  TOTÒ RIINA, la belva   La mattina del 15 gennaio 1993, giorno dell’insediamento di Giancarlo Caselli quale Procuratore della Repubblica di Palermo, alle ore 08.55, Di Maggio riconosce Salvatore Riina mentre esce in macchina da via Bernini 54, accompagnato dall’autista poi identificato in Salvatore Biondino. Subito viene avviato il pedinamento del veicolo e alle…

DOPPIO GIOCO, le talpe dell’antimafia…

    VIDEO Questo sensazionale docFilm,  ricostruisce l’ indagine dei R.O.S. che, fra gli altri, portò a processo e alla condanna definitiva Totò Cuffaro, l’ ex presidente della Regione Sicilia. Oltre a contenere moltissime intercettazioni e filmati originali, mostra come la mafia è in grado di insinuarsi nella società civile. Nell’indagine,  il Maresciallo della GdF…

ROBERTO SCARPINATO: “Messina Denaro aveva deciso di lasciarsi prendere”. Scambio di prigionieri… Abolizione 41Bis…

VIDEO Roberto Scarpinato ospite a In Onda sulla cattura di Matteo Messina Denaro: “Aveva deciso di lasciarsi prendere. Non è più Diabolik. Errori da principiante” L’ex magistrato Scarpinato: «Messina Denaro si è lasciato prendere». Matteo Messina Denaro si sarebbe lasciato prendere volontariamente. Lo ha sostenuto stasera a In Onda su La 7 l’ex procuratore generale…

The Good Mothers, candidata a Berlino la serie su donne di ‘ndrangheta

  Produzione italiana con Ramazzotti a Girace, poi su Disney+. Si basa sulla storia di Lea Garofalo ed è candidata al “Berlinale Series Award”   Un mondo, la ‘ndrangheta, da un nuovo punto di vista, quello femminile. Portagoniste, le donne che hanno deciso di combatterla, pur appartenendo a clan potenti, consapevoli che avrebbero pagato un…

Matteo Messina Denaro, l’ossessione del boss per Il Padrino. Nel covo la copia di un quadro di Guttuso e sul frigo i magneti del cartone Masha e Orso

Mafia: nel covo Messina Denaro magneti da frigo de Il padrino Foto di animali feroci, magneti da frigorifero con l’immagine di un boss in smoking che ricorda Al Pacino ne “Il padrino” e sotto scritto “il padrino sono io” Foto di animali feroci, magneti da frigorifero con l’immagine di un boss in smoking che ricorda Al…

Ritrovata l’auto permutata con una 500 e 10 mila euro

  VIDEO ritrovamento VIDEO della rimozione 25.1.2023 Il concessionario di Messina Denaro: «Valutai la sua auto 10mila euro. Il giorno dell’arresto mi tremavano le gambe»   Giovanni Tumminello, il concessionario di Palermo presso il quale Matteo Messina Denaro ha acquistato la sua auto: «Entrò in concessionaria con occhiali e cappello, ma era tranquillo. Parlò anche di…

Non era il capo dei capi…

    MATTEO MESSINA DENARO di PIERO MELATI    Il personaggio. Non era dunque il Capo dei Capi, al massimo il capo mandamento della vecchia mafia in disarmo di Trapani, un criminale che si dedicava ai suoi affari privati e amava le cose di lusso. Non avrà successori, perché quella Cosa Nostra, la “sua” Cosa…

MATTEO MESSINA DENARO – I fiancheggiatori

Dai tempi delle prime operazioni dell’antimafia i fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro vengono chiamati “golem“. Nella mitologia ebraica erano figure antropomorfe che venivano “svegliati” per sottostare ai voleri di chi li utilizzava. Nella dialettica dell’Antimafia sono lì ad indicare le persone che hanno protetto la latitanza dell’Ultimo dei Corleonesi. FILIPPO ZERILLI Indagato un secondo medico…