Due vite intrecciate dallo stesso destino

    Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: il coraggio di essere eroi.  La storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due vite intrecciate, uno stesso destino. Affrontato a testa alta fino al 1992, l’anno più nero per l’antimafia e per l’Italia. Improvvisamente, l’inferno. In un caldo sabato di maggio, alle 17:56, un’esplosione squarcia l’autostrada che…

L’AGENDA ROSSA E LE DIVERSE VERSIONI DEL DOTTOR AJALA

L’AGENDA ROSSA E LE DIVERSE VERSIONI DEL DOTTOR AJALA

FIAMMETTA BORSELLINO: “Perché via D’Amelio, la scena della strage, non fu preservata consentendo così la sottrazione dell’agenda rossa di mio padre? E perché l’ex pm allora parlamentare Giuseppe Ayala, fra i primi a vedere la borsa, ha fornito versioni contraddittorie su quei momenti?”   Deposizioni al Borsellino Quater di  Giuseppe Ayala – Audio   Le…

VIA D’AMELIO cronologia dal 19 luglio 1992 ad oggi

  Ore 16.58  90 chilogrammi di esplosivo al plastico Semtex-H all’interno di un’auto rubata, una Fiat 126 rossa targata PA 878659.“Paolo Borsellino sapeva di essere ormai nel mirino”, disse Antonino Caponnetto in un’intervista con Gianni Minà nel 1996, “soprattutto lo seppe negli ultimi giorni prima della sua morte.” Per cinquantasette giorni e cinquantasette notti, Paolo…

VIA D’AMELIO: i processi

   Processi conclusi BORSELLINO UNO BORSELLINO BIS BORSELLINO TER BORSELLINO QUATER SPARIZIONE DELL’AGENDA ROSSA TRATTATIVA STATO-MAFIA ’NDRANGHETA STRAGISTA PROCESSO A MATTEO MESSINA DENARO PER STRAGI DI CAPACI E VIA D’AMELIO PROCEDIMENTO CONTRO PM PALMA E PETRALIA DEPISTAGGIO INDAGINI VIA D’AMELIO 7 settembre 2022 Condannato ingiustamente per la strage di via D’Amelio, maxirisarcimento al carrozziere OROFINO…

GASPARE SPATUZZA, U TIGNUSO – Racconti di mafia 2ª puntata

  a cura di Claudio Ramaccini, Direttore  Centro Studi Sociali contro la mafia – PSF Gaspare Spatuzza nato a Palermo l’8 aprile del 1964, collaboratore di giustizia e già membro di Cosa nostra, affiliato alla Famiglia del quartiere Brancaccio di Palermo. Rapinatore e poi sicario, Gaspare Spatuzza, soprannominato “u Tignusu” (il Pelato) per la sua calvizie, era affiliato alla Famiglia di Brancaccio, guidata dai fratelli Filippo e Giuseppe Graviano. Si è autoaccusato di aver rubato la Fiat…

VINCENZO SCARANTINO, il PUPO vestito da MAFIOSO – Racconti di mafia 1ª puntata

VINCENZO SCARANTINO, il PUPO vestito da MAFIOSO – Racconti di mafia  1ª puntata

    a cura di Claudio Ramaccini  Direttore Centro Studi Sociali contro la mafia – Progetto San Francesco Un balordo per depistare – video Al Borsellino Bis… La ritrattazione VINCENZO SCARANTINO dalla Sentenza di Primo grado del Borsellino Bis L’intervista ritrovata scomparsa dal ‘95 – AUDIO   VINCENZO SCARANTINO  Accusatosi di aver partecipato alla strage di…

Dalla KALSA alla TOGA uniti dallo stesso destino.

  Due vite intrecciate dallo stesso destino  La storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due vite intrecciate, uno stesso destino. Affrontato a testa alta fino al 1992, l’anno più nero per l’antimafia e per l’Italia. 23 maggio 1992 Improvvisamente, l’inferno. In un caldo sabato di maggio, alle 17:56, un’esplosione squarcia l’autostrada che collega l’aeroporto…

Dalla KALSA alla TOGA

 Le storie di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino Due vite intrecciate dallo stesso destino  La storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due vite intrecciate, uno stesso destino. Affrontato a testa alta fino al 1992, l’anno più nero per l’antimafia e per l’Italia. 23 maggio 1992 Improvvisamente, l’inferno. In un caldo sabato di maggio, alle…

Il Dossier Mafia&Appalti e l’eliminazione del dottor Paolo Borsellino

Il Dossier Mafia&Appalti e l’eliminazione del dottor Paolo Borsellino

    12.8.2022 FABIO TRIZZINO legale di Fiammetta, Lucia e Manfredi Borsellino “Vorrei ricordare un dato assolutamente rilevante: le archiviazioni anomale da parte della Procura di Giammanco, nel Giugno 1992, furono Due. La prima una settimana dopo la morte di Falcone, la seconda subito dopo la morte di Borsellino. In entrambe campeggiava la figura di…

Il motorino all’Asinara

Il motorino all’Asinara

Nell’Agosto del 1985 le famiglie Falcone e Borsellino, come tutti ricorderete, vennero “esiliate” all’Asinara, isola blindatissima, carcere di massima sicurezza quindi una botte di ferro. Però per ragazzi di 14,15,16 anni di sicuro era una noia mortale, bellissimo paesaggio ma nessun possibile divertimento; e così i divertimenti bisognava cercarseli.. Paolo Borsellino e Giovanni Falcone lavoravano…